Novità

La filosofia Zanolli accompagna i giovani veronesi dell’Istituto Don Bosco alla conquista di Detroit

Giu 08 / 2018 12:00AM

 

La ricerca dell’innovazione, l’investimento sui giovani e lo spirito di squadra guidano da sempre Zanolli. Per il secondo anno consecutivo siamo orgogliosi di aver supportato e accompagnato la squadra di giovani talenti italiani IDB TECH-NO-LOGIC dell’Istituto Salesiano Don Bosco di Verona in questa loro avventura internazionale.

La loro storia, che vogliamo riportare qui di seguito, è fatta di impegno, talento, ma soprattutto emozioni.

La squadra IDB TECH-NO-LOGIC dell’Istituto Salesiano Don Bosco di Verona, sotto l’egida di FIRST® LEGO® League Italia, ha partecipato al World Festival dei mondiali di robotica a Detroit (USA), dal 25 al 28 aprile 2018. La competizione, costruita su quattro prove, ha visto la partecipazione di 102 squadre di tutto il mondo. La squadra italiana ha conseguito il primo posto nel Presentation Award, cioè la presentazione del progetto scientifico, e si è classificata tra le prime 10 al mondo nella competizione.

FIRST® LEGO® League è un concorso mondiale di scienza e robotica tra squadre di ragazzi dai 9 ai 16 anni che progettano e si confrontano su un progetto ambientale a tema che quest’anno era l’idrodinamica.

Le squadre costruiscono e programmano robot autonomi, applicandoli a problemi reali di grande interesse generale, ecologico, economico, sociale, per cercare soluzioni innovative. La competizione richiede ai suoi partecipanti di effettuare una ricerca con tutti i criteri caratteristici del protocollo scientifico su una problematica attuale.

La squadra dell’Istituto Salesiano Don Bosco di Verona, iDB Tech-No-Logic, guidata dal coach prof. Luca Zanetti e composta da 10 studenti delle classi terze del liceo delle scienze applicate, ha superato sia le selezioni nazionali di Reggio Emilia (gennaio 2018) sia la finale nazionale di Rovereto (marzo 2018). È stata l’unica squadra che ha rappresentato l’Italia durante le finali mondiali di Detroit (USA) che si sono svolte presso il Cobo Center dal 25 al 28 aprile 2018.

Il progetto scientifico che hanno presentato è chiamato “EWSC”, acronimo inglese di Ecological Water Storage Concept, per un intelligente recupero dell’acqua ad uso irriguo. Il progetto punta all’immagazzinamento dell’acqua piovana di scarto, riutilizzabile attraverso oggetti di uso comune dotati di spazi vuoti al loro interno. Vari sono i vantaggi di questi prodotti: il loro aspetto è lo stesso ma, grazie al progetto EWSC, gli spazi inutilizzati vengono adoperati riducendo l’ingombro.

You can subscribe here to get our latest updates

Privacy Policy*
 I have read and accept

Subscribe to the newsletter *
 I Authorize

Prodotti